Page 1 of 11

Verso 40 anni dalla storica consenso della ordinamento giudiziario 194, non molti competenza (e alcuni osservazione) sugli aborti effettuati nel nostro nazione

Verso 40 anni dalla storica consenso della ordinamento giudiziario 194, non molti competenza (e alcuni osservazione) sugli aborti effettuati nel nostro nazione

22 maggio 1978. Una scadenza storica, quella con cui entra con forza la norma 194, che principio le Norme verso la aiuto collettivo della ostetricia e sull’interruzione volontaria della gestazione, e cosicche per la inizialmente acrobazia in Italia depenalizza e sottomissione le prassi di scatto all’aborto, stimato furbo a quel circostanza un crimine sanzione. Un occasione naturalmente tanto controverso, perche tira mediante pantomima questioni etiche, religiose e, verso l’appunto, legali. Unitamente l’appropinquarsi del quarantesimo compleanno della legge, mettiamo a causa di un secondo da dose le opinioni e lasciamo giacche verso dire siano i dati, attraverso comprendere qual e e quale e status l’impatto della depenalizzazione dell’aborto e che e cambiata la condizione dall’approvazione della norma per oggigiorno. I numeri (e le considerazioni) in quanto vi presentiamo di consenso sono estratti dalla connessione del ministro della benessere sull’attuazione della diritto 194/78 durante la tutela pubblico della gravidanza e in l’interruzione volontaria di maternita e sono stati ufficialmente trasmessi al parlamento i 29 dicembre 2017. Si titolo di credito dei dati ancora recenti pubblicamente disponibili sul argomento dell’interruzione volontaria di gestazione (relativi all’anno 2016), raccolti dal Sistema di ronda epidemiologica della Ivg latitudine dall’Istituto capo di tempra, dal ministero della tempra, dall’Istat e da regioni e province autonome.

Le interruzioni volontarie di stato interessante sono sopra attenuazione La anzi esame che dirupo agli occhi guardando i numeri e che gli aborti sono durante attenuazione.

Un trend giacche va forza intatto, addirittura se per mezzo di diverse entita, sin dal 1982. Per particolare, nel 2016 le regioni hanno riferito un talento complesso di 84.926 interruzioni di maternita, il 3,1% con escluso considerazione all’anno passato, dal momento che si eta registrato anzi un ribasso piuttosto fitto (-9,3%). Collettivamente, considerando semplice gli aborti effettuati da cittadine italiane, verso la precedentemente cambiamento il numero e diminuito al di sotto di 60mila, il che rappresenta una diminuzione del 74,7% riguardo ai dati del 1982.

Il inclinazione si approvazione anche guardando indicatori perche tengono vantaggio del gruppo di donne in epoca creativo e del tasso di percentuale delle nascite, e perche cosi sciagura un quadro con l’aggiunta di probabile del fenomeno di quanto non facciano le cifre assolute. Questi indicatori, ovvero il interesse di abortivita (competenza di interruzioni volontarie di gestazione riguardo a 1000 donne con 15 e 49 anni) e il denuncia di abortivita (elenco di interruzioni volontarie di maternita in 1000 nati vivi), sono durante ribasso, con sporadiche eccezioni, dal 1982 a oggi: mediante specifico, il rapporto di abortivita e anteriore da 380,2 circa 1000 nati vivi per 182,4 circa 1000 nati vivi.

Stesso enunciato per quanto riguarda la ripartizione geografica delle interruzioni volontarie di stato interessante. La dinamicita regionale e anziche bassa: il 91,4% degli aborti viene realizzato nella territorio di sede, e l’86,5% nella cittadina di sede. Il racconto di abortivita e oltre a cio con leggerezza principale al centro-nord giacche nel sud e nelle isole, considerazione app tipo millionaire match affinche resta piuttosto ovvero escluso inalterata in mezzo a il 1982 e oggidi.

Identikit I dati ci aiutano, entro l’altro, a conoscere quali sono le caratteristiche delle donne in quanto fanno supplica all’interruzione volontarie di gravidanza. I tassi piuttosto elevati si registrano frammezzo a donne di epoca compresa tra 25 e 34 anni; attraverso quanto riguarda le donne italiane, il 46% di quelle che hanno abortito nel 2016 eta sopra detenzione di assenso mezzi di comunicazione eccelso, il 47% risultava occupata, il 57,8% risultava signorina e il 44% non aveva figli. Il 46% delle donne straniere che hanno attuato un aborto nel 2016, piuttosto, epoca sopra detenzione di permesso mezzi di comunicazione spregevole e il 39,2% risultava occupata.

Quanto c’e da bramare Il dicastero della tempra identifica nei tempi di inquietudine frammezzo a il rilascio della autenticazione e dell’intervento un verosimile indice di forza dei servizi.

I numeri dicono cosicche la condizione e sopra miglioria: i tempi di scalo, difatti, sono sopra calo per totale il terra. Con circostanza, e aumentata la percentuale di interruzioni volontarie di gravidanza effettuate nel termine di 14 giorni dal consegna del attestazione, passando dal 59,6% del 2011 al 65,3% del 2015 e al 66,3% del 2016. In modo contrapposto e diminuita la percentuale di aborti effettuati dall’altra parte le tre settimane di fermata, passando al 15,7% del 2011 al 13,2% del 2014 e 2015 e in conclusione al 12,4% del 2016. Il grafico prossimo fiera la percentuale di interventi unitamente occasione di ansia principale a tre settimane ossequio al somma degli interventi, riguardo a supporto locale: la momento e abbastanza omogenea in compiutamente il nazione.

Mezzo si abortisce a causa di quanto riguarda le procedura di osservanza dell’aborto nel nostro paese, la metodo piuttosto utilizzata e la metodologia Karman, basata sull’asprazione del posato dell’utero (rappresenta il 52,5% degli interventi effettuati nel 2016). Mediante dilatazione l’aborto farmacologico: nel 2016, difatti, il mifepristone abbinato a successiva dispensa di prostaglandine e situazione consumato nel 15,7% dei casi (nel 2014 la provvigione eta del 12,9%), addirittura dato che il istanza all’aborto farmacologico varia tanto tra le regioni.

Obiettori, obiettori dappertutto Un aggiunto elemento affascinante e colui relativo agli obiettori di serieta, in altre parole i professionisti sanitari giacche non praticano l’interruzione volontaria di gravidanza. Laddove gli aborti sono in attenuazione, la guadagno di obiettori e rimasta ancora ovvero minore saldo nel occasione: nel 2016 con Italia il 70% dei ginecologi evo obiettore, a volto del 69,3% del 2010 e del 2011 e del 70% del 2013. La disposizione locale non e omogenea: al centro-sud gli obiettori sono di piuttosto e toccano perfino percentuale 97% nel Molise e 88% durante Basilicata.

  • Facebook
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Posted in app
Email
Print